Benvenuti Misultin del 72!

E’ arrivata la  65esima Classe della Stecca! Sono i frizzantissimi e tantissimi Misultin del 1972

Anche quest’anno, come ormai è tradizione, l’appuntamento del Passaggio della Stecca è avvenuto in Novembre sotto uno splendido cielo azzurro che ricordava le giornate estive.

Sabato  12 Novembre le due Classi si sono ritrovate prima al Cimitero Monumentale dove, accompagnate dalla preghiera del cappellano della Classe, Don Alberto Erba e dalla lettura della bellissima e commovente riflessione sull’Angelo della Stecca, le Classi presenti hanno ricordato coloro che ci hanno lasciati. In seguito  numerosi rappresentanti della Classe , insieme a Silvia Baratelli  si sono recati a Menaggio per deporre una corona al Monumento ai Caduti e rendere omaggio alla tomba del nostro Fondatore Felice Baratelli .

Domenica 13 Novembre la mattina è iniziata prestissimo al Monumento ai Caduti dove il Presidente Simone Redaelli  e la Rosa d’Oro Annachiara Cardiello hanno deposto, sulle  suggestive note del Silenzio, la corona d’alloro in memoria dei Caduti.

Un corteo aperto dai labari dei Misultin.com e de La Stecca ha poi raggiunto, sotto lo sguardo incuriosito dei tanti passanti, il nostro Duomo per la S. Messa, celebrata da Don Alberto .

Dopo la fotografia di rito sull’altare della Cattedrale, un numeroso corteo ha poi raggiunto l’Hotel Palace dove si è svolto il passaggio della Stecca tra la Classe dei Baloss del 1971 e i Misultin alla presenza del Sindaco Alessandro Rapinese, del Questore Dott. Leonardo Biagioli e di sua Eccellenza il Prefetto Andrea Polichetti.  Le autorità cittadine con i loro discorsi  hanno espresso il loro plauso e ringraziamento alla nostra Associazione  per le attività benefiche che porta  avanti in città.

 Il Premio Stecca è stato conferito quest’anno  alla Casa dei Tigli di Brunate con questa motivazione:

Per  l’attività di accoglienza rivolta principalmente alle persone più deboli e fragili della nostra società : le donne/mamme e i loro bambini.

Per il progetto educativo volto a bonificare figure adulte negative basato su accoglienza, affetto, rispetto e tolleranza di tutti gli ospiti

Per aver posto in primo piano la tutela di queste persone ciascuna nel rispetto delle loro caratteristiche e dei loro vissuti

Per aver così ottenuto di recuperare pienamente il rapporto mamma/bambino accompagnandoli poi in un percorso di autonomia responsabile aprendo loro la possibilità concreta di un pieno riscatto sociale

Per l’impegno di religiosi, religiose educatori e volontari profuso con convinzione, competenza, dedizione e costanza ottenendo risultati positivi e incoraggianti

  A ritirarlo erano presenti   le responsabili che hanno illustrato le finalità della ed i loro progetti.

La Stecca conta ora sulla nuovissima Classe dei Misultin per proseguire sul suo cammino di amicizia e solidarietà

BENVENUTI MISULTIN!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.